VISITACI SU EBAY CLICCA QUI!

sabato 15 aprile 2017

ARTHUR W. STAATS: IL COMPORTAMENTISMO SOCIALE GIUNTI BARBERA 1981 PSICOLOGIA

ARTHUR W. STAATS: IL COMPORTAMENTISMO SOCIALE GIUNTI BARBERA 1981 PSICOLOGIA









TITOLO: "IL COMPORTAMENTISMO SOCIALE"

(titolo originale dell'opera: "Social Behaviorism")

AUTORE: ARTHUR W. STAATS

TRADUZIONE DI URSULA JANE SADLER

PRESENTAZIONE DI PAOLO MEAZZINI e ALDO GALEAZZI

EDITORE: GIUNTI BARBERA, Firenze

COLLANA: BIBLIOTECA INTERNAZIONALE DI PSICOLOGIA

ANNO: 1981

NUMERO DI PAGINE: 497

DIMENSIONI: 17 X 24,5 cm circa

STATO DI CONSERVAZIONE: 
LIBRO INTONSO IN CONDIZIONI DI NUOVO

GUARDALO SU EBAY CLICCA QUI!

NOTE: COPERTINA CARTONATA RIGIDA IN TELA di colore blu scuro con riquadri in oro e rosso al dorso,  SOVRACOPERTINA e cofanetto protettivo in cartone ondulato originale.

"<< Il comportamentismo sociale, dunque, si colloca all'interno dell'alveo behavioristico, mostrando tuttavia una visibile propensione ad allinearsi sulle posizioni che ora, con un neologismo apparentemente paradossale, vengono definite col termine di "comportamentismo soggettivo". Non solo, esso mira inoltre a porsi come teoria generale del comportamento, in grado di catalizzare contributi teorici provenienti da moduli diversi da quelli tipici della tradizione comportamentistica. Si veda per tutti il tentativo di coniugare comportamentismo e approccio psicometrico. Si tratta quindi di un nuovo cattolicesimo psicologico, in cui viene ravvivato lo spirito delle grandi teorie degli anni '30 e '40, poi appiattito nel revival empiristico degli anni successivi? Senza precorrere alcuna conclusione, pare proprio di poter ravvisare ne "Il comportamentismo sociale" una serie di tratti di indubbio interesse, che potrebbero assicurargli un futuro tranquillizzante nel magma vischioso e caotico delle teorizzazioni e delle modellistiche psicologiche".

INDICE DELLE GRANDI PARTI (poi suddivise in capitoli e in sottocapitoli):

1- Livelli della teoria di base; 2- Personalità e livelli di interazione sociale; 3-Livelli di comportamento funzionale; 4- Scienze biologiche, scienze sociali e studio del comportamento umano; 5- Epilogo.